Armature delle pareti degli scavi

Misure Preventive e Protettive generali:
1) Armature delle pareti degli scavi: misure organizzative;

Prescrizioni Organizzative:

Caratteristiche di sicurezza:

1) le armature devono essere allestite con buon materiale e a regola d’arte;

2) le armature devono essere verticali e devono essere forzate contro le pareti dello scavo;

3) le armature devono essere conservate in efficienza per l’intera durata del lavoro;

4) per le armature in legno deve essere utilizzato materiale robusto e di dimensioni adeguate secondo le regole di buona tecnica, uso e consuetudine;

5) le armature metalliche devono essere impiegate secondo le istruzioni del costruttore, il quale deve indicare: il massimo sforzo d’impiego, la profondità raggiungibile, la possibilità di sovrapposizione degli elementi, le modalità di montaggio e smontaggio e le istruzioni per l’uso e la manutenzione.

Misure di prevenzione:

1) le armature degli scavi in trincea o dei pozzi devono essere poste in opera se si superano i 1,50 m di profondità;

2) le armature devono fuoriuscire dal ciglio dello scavo per almeno 30 cm;

3) le armature degli scavi tradizionali in legno devono essere messe in opera in relazione al progredire dello scavo;

4) in funzione del tipo di terreno e a partire dai più consistenti è possibile impiegare le seguenti armature in legno:

a) con tavole orizzontali posizionate ogni 60, 70 cm di scavo sostenute in verticale con travetti uso Trieste o squadrati e puntellate con travetti in legno o sbatacchi in legno o metallici regolabili;

b) con tavole verticali sostenute in verticale con travetti uso Trieste o squadrati e puntellate con travetti in legno o sbatacchi in legno o metallici regolabili, per raggiungere profondità inferiori alla lunghezza delle tavole;

c) con tavole verticali posizionate con il sistema marciavanti, smussate in punta per l’infissione nel terreno prima della fase di scavo; le tavole sono sostenute da riquadri in legno, formati da montanti e longherine e vengono forzate contro il terreno per mezzo di cunei posizionati tra le longherine e la tavola marciavanti;

5) le armature in ferro si distinguono nelle seguenti due tipologie:

a) armature con guide semplici o doppie in relazione alla profondità da raggiungere; le guide sono infisse nel terreno per mezzo di un escavatore, tra le quali vengono calati i pannelli d’armatura, dotati di una lama per l’infissione nel terreno e posizionati gli sbatacchi regolabili per la forzatura contro il terreno;

b) armature monoblocco, preassemblate, eventualmente sovrapponibili, dotate di sbatacchi regolabili;

6) nel rispetto delle regole ergonomiche è importante rispettare le larghezze minime, in funzione della profondità di scavo, sono le seguenti:

a) 0,65 metri per profondità fino a 1,50 metri;

b) 0,75 metri per profondità fino a 2,00 metri;

c) 0,80 metri per profondità fino a 3,00 metri;

d) 0,90 metri per profondità fino a 4 metri;

e) 1,00 metri per profondità oltre a 4,00 metri;

7) l’armatura deve sempre essere rimossa gradualmente e per piccole altezze, in relazione al progredire delle opere finite.

Riferimenti Normativi:
D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, Art. 119.

2) segnale: Caduta con dislivello;
3) segnale: Pericolo di inciampo;
4) segnale: Pericolo generico;
5) segnale: Pericolo di schiacciamento – W019 [ISO 7010];
Pericolo di schiacciamento.

Rischi specifici:
1) Seppellimento, sprofondamento;

Share:

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: