Ufficio Indagini preliminari Vicenza, 03/10/2018

Infortuni sul lavoro: responsabilità del datore di lavoro e morte del legale rappresentante nelle more del procedimento penale

A seguito della morte del legale rappresentante, deceduto nelle more del procedimento penale, alla società, di per sè, non può essere addebitata, pur nella mancanza di un modello organizzativo, un’omissione diretta a soddisfare un interesse o vantaggio dell’ente come l’esiguo costo dei pannelli più idonei alle operazioni che si stavano svolgendo quando è avvenuto l’infortunio di un dipendente, sì da poterne escludere una responsabilità ai sensi del d.lgs. 231/2001 (nella specie: si trattava di un infortunio accaduto ad un dipendente mentre stava caricando delle bobine di carta del peso di circa 700 kg l’una su di un vagone e, nel tenere separate le diverse bobine nel soprapporle in altezza, si erano utilizzati dei pannelli di panforte truciolato anzichè dei pannelli di legno multistrato e tale circostanza ha consentito, nel momento di tiraggio delle cinghie di ancoraggio, che il pannello di una bobina superiore cedesse in quanto non sufficientemente resistente alla pressione del nastro).


Ufficio Indagini preliminari Vicenza, 03.10.2018

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: